Nel day trading, un tipo di trading per cui le posizioni si aprono e chiudono in giornata, di solito si utilizzano i contratti future. Scopriamo cos’è un contratto Future, come funziona il Day Trading e quali sono le caratteristiche necessarie per diventarlo.

Che cos’è un Future

Un contratto future, comunemente noto come derivato, è un accordo tra due parti (compratore e venditore) per scambiarsi un bene (il sottostante) ad un prezzo stabilito ad una determinata scadenza.

Alcuni contratti hanno come sottostante una merce fisica, come le commodities (ad esempio, oro, petrolio, grano). Altri, che sono quelli più comunemente usati a fine speculativo, hanno come sottostante uno strumento finanziario, ovvero un indice azionario, un titolo obbligazionario o una valuta.

Il vantaggio principale dei Futures rispetto ad altri mercati è che sono regolamentati in modo centralizzato da una sola borsa di riferimento, che garantisce l’assoluta trasparenza degli scambi avvenuti. Tutti infatti vedono le stesse informazioni.

Che cos’è un exchange (indici asiatici, europei,americani)

Un exchange è il luogo fisico dove avviene lo scambio di contratti tra compratori e venditori.
Oggi giorno, le scene di film dove si vedono traders urlare nel floor di una borsa, non esistono più poiché tutto avviene per via telematica. Ecco i principali Exchange del mondo.

Principali exchange del mondo
Principali exchange del mondo

Che cos’è un Broker

Un Broker è l’intermediario che organizza ed esegue transazioni finanziarie per conto di terzi.

Esistono 2 tipi di Broker:

  • DMA (Direct Market Access), il quale si limita a fornire l’infrastruttura per fare incontrare domanda e offerta.
  • Market Maker, il quale fa da controparte agli ordini dei propri clienti.

Un buon Broker è sempre regolamentato dall’autorità finanziaria del paese di residenza: ad esempio la SEC per i Broker americani (Securities and Exchange Commission).

Come funzionano i futures?

Abbiamo visto come il future sia un contratto tra due parti, quindi negoziabile. Esso può riferirsi all’acquisto o alla vendita di un sottostante (posizione long in acquisto e short in vendita). Ciò significa che chi acquista e chi vende ha aspettative opposte rispetti a come si muoverà il sottostante, infatti chi acquista realizza:

  • un profitto se il valore del sottostante aumenta alla chiusura delle negoziazioni
  • una perdita nel caso il valore del sottostante diminuisca.

Che cos’è il day trading

Il day trading è un qualsiasi tipo di operatività sui mercati finanziari che prevede l’apertura e la chiusura delle posizioni nell’arco della stessa sessione borsistica.

Esistono diversi stili di day trading: dallo scalping rapidissimo (pochi secondi ad operazione) fino al position trading intraday (che può durare diverse ore).

Ciò che accomuna i diversi stili è il non restare esposti a mercato in overnight (borse chiuse).

Se hai sentito dire che l’intraday è più rischioso di altri stili operativi, quando affrontato con metodo e disciplina consente di ridurre il rischio del “Cigno nero” praticamente a zero!

QUANTO TEMPO SERVE?

Ci sono due motivazioni principali che spingono un aspirante trader a prendere in considerazione l’operatività Intraday: crearsi una rendita extra o far diventare l’attività di trading una fonte importante di reddito.

L’impegno da prevedere è differente in base ai nostri obiettivi.

Per la prima, un’ora al giorno è più che sufficiente.

Per la seconda invece, come sempre nella vita, è necessario un impegno di tempo maggiore senza dover comunque rimanere incollati ai monitor tutto il giorno.

Infatti, due sessioni da 1.30h al massimo saranno sufficienti.

Fasce orarie suggerite

Il trading intraday beneficia della volatilità, per questo motivo gli orari migliori per operare sono quelli in concomitanza con l’apertura/chiusura delle borse maggiori mondiali.

Orari migliori per operare in day trading
Orari migliori per operare in day trading

DI COSA HO BISOGNO PER FARE DAY TRADING?

Se hai visto film di finanza potresti pensare che per fare trading siano necessari computer all’avanguardia con 100 monitor.

In realtà, pur essendo necessaria un’attrezzatura adeguata, non ti servirà niente di stratosferico.

Requisiti essenziali:

  • Una connessione internet stabile.
  • Un computer mediamente performante, ovvero un dispositivo recente e non abusato per altri scopi (es. scaricare film, navigare senza consapevolezza, gaming, ecc.).

DI QUANTO CAPITALE HO BISOGNO?

L’operatività di day trading è quella che ti permette di iniziare con le minori disponibilità di capitale.

I principali broker online, infatti, consentono di utilizzare margini intraday veramente ridotti, nell’ordine dei 500$ a contratto.

Inoltre, con l’avvento dei contratti MICRO, il rischio di ogni operazioni può essere ridotto ai minimi termini, fino a soli 10$ per trade.

Detto ciò, non suggeriamo di iniziare ad operare con Real Money senza le dovute conoscenze teoriche e senza la giusta e dovuta esperienza maturata in simulata.

Il capitale suggerito per iniziare la propria attività di trading è di almeno 5000$.

CHE CARATTERISTICHE HANNO I TRADER INTRADAY?

Spesso sottovalutati dagli aspiranti trader, per il tuo successo di lungo periodo, si riveleranno invece i più importanti.

Far trading intraday infatti, costringe l’essere umano a processare molteplici informazioni in poco tempo, prendendo decisioni afferenti la sfera economica.

Tutto ciò genera una notevole dose di stress mentale, è per questo fondamentale avere un piano d’azione definito nei minimi dettagli.

È altrettanto importante avere aspettative ed obiettivi realistici!

I tratti caratteriali comuni ai trader di successo sono disciplina e tenacia.


Questo articolo è tratto da Corso base Intraday.


Se invece sei pronto per passare all’azione, scopri la Masterclass completa Become an Intraday Trader, che comprende:

  • tutta la didattica che ti serve,
  • sessioni di Live Trading
  • un canale Discord dedicato.

Chiedi informazioni scrivendo a info@alpha4all.it.





Source link